Letto per voi. Il libro della settimana: “Abracazebra” di Helen Docherty.

Sbadigliopoli era un paese tranquillo. Molto tranquillo. Troppo tranquillo.” Così inizia uno dei nostri libri preferiti e quasi ogni sera ormai ci troviamo a recitarne insieme interi brani. Gli abitanti di Sbadigliopoli si annoiavano a morte e l’unico passatempo era guardare la capra Lalla mentre rattoppava la sua barca. “E capirai..!” verrebbe da dire. Poi un giorno arriva una zebra a bordo di un trabiccolo misterioso e le cose cambiano…

 Abracazebra, giunta da chissà dove, porta una ventata di novità: mette in scena strabilianti giochi di magia e i suoi racconti di terre lontane sono avvincenti. Gli abitanti di Sbadigliopoli si affezionano subito a lei e la accolgono con calore. La gelosia di qualcuno, però, inizia ad agire rompendo i nuovi equilibri e poco a poco il dubbio e la diffidenza si insinuano tra gli abitanti della città, annebbiando i sentimenti di entusiasmo e benevolenza verso la nuova arrivata.

Impossibile non appassionarsi a questa storia e ai suoi protagonisti. I nomi di tutti gli animali che animano il racconto restano impressi nella memoria e si finisce per volere bene anche alla malevola capra Lalla, che infine dimostra di saper riconoscere la propria colpa ed è capace di chiedere scusa.

Un albo divertente ma anche molto educativo, perché la diversità spaventa e ognuno di noi può rendersi protagonista di azioni poco lodevoli. L’importante è conoscere e riconoscere i propri errori e porvi rimedio (quando possibile) o quantomeno trarne un insegnamento esemplare.

Scritto da Helen Docherty e illustrato da Thomas Docherty, tradotto da Marinella Barigazzi e pubblicato in Italia da Nord-Sud Edizioni.

Consigliato per bambini 5+, (ma apprezzatissimo anche prima, il mio cucciolo di due anni e mezzo lo ama già molto) è un “must have” nella biblioteca di ogni piccolo lettore!

A presto con altre appassionanti avventure di carta!

Valentina

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Marinella ha detto:

    Bellissimo, questo libro che ho avuto il piacere di tradurre.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...